Il Salone "Morelli"

Il salone Morelli è situato all'interno dell'attuale sede del Municipio di Amalfi, è altresì il luogo ove viene custodita la famosa "Tabula Civitatis Malphae", "Tabula Civitatis Malphae" ossia il testo del primo ordinamento marittimo.

Il museo è aperto dal
Lunedì al Sabato 
 (08.00 - 14.00)

per informazioni:  tel. 089/871066

Municipio

All'interno della sala vengono altresì conservati i costumi tradizionali, attualmente utilizzate in occasione delle regate storiche delle Antiche Repubbliche Marinare.

Curiosità...

L’invenzione della bussola nautica

Di tale strumento di navigazione, della cui origine vari popoli si sono vantati di essere stati gli autori, sicuramente non si trovano tanti riscontri così come avviene per il popolo  amalfitano. Infatti seppure la  tradizione riconosce l'invenzione della bussola ad un amalfitano Flavio Gioia, intorno al 1300,  tuttavia la realtà storica  attribuisce  alla marineria amalfitana, già nel corso del XII secolo, l'utilizzo di un magnete  nella navigazione marittima. In quell'epoca gli amalfitani probabilmente dovettero costruire uno strumento, molto simile alla bussola, chiamato  "bossolo", grazie al quale navigavano sicuri nelle acque del Mediterraneo, tanto da essere riconosciuti tra i migliori navigatori dell'epoca.

Flavio Gioia
 Flavio Gioia


Sicuramente la figura di Flavio Gioia è collegata invece al perfezionamento della bussola che, con l'aggiunta della "rosa dei venti", ulteriore invenzione amalfitana, è giunta fino ai nostri giorni.