La Grotta dello Smeraldo

A circa 5 km dal centro di Amalfi,  in direzione di Positano, lungo la Strada Statale 163, si incontra l'incantevole baia di Conca dei 

 

Marini, nel cui cuore ha trovato origine la grotta della Smeraldo. Non deve meravigliare che la grotta sia denominata dello "smeraldo", in quanto comunicando con il mare aperto attraverso un tunnel  subacqueo, riceve  luce solare, grazie alla quale crea un'atmosfera surreale. 

Grotta dello Smeraldo

anche : la geologia della grotta

 La grotta dello Smeraldo è raggiungibile oltre che attraverso la SS 163, anche per via mare, mediante imbarcazioni che fanno la spola dal porticciolo di Amalfi.

Nelle sue acque è possibile altresì ammirare un presepe subacqueo, in ceramica, posto sul fondo della grotta a circa 4 metri.

La scoperta della grotta risale ad oltre mezzo secolo fa ad opera di un pescatore locale che attraverso una minuta apertura riuscì, per primo, ad ammirare questo spettacolo della natura. Oggi, la grotta può essere visitata grazie alla presenza di alcune zattere, condotte da marinai, che guidano il turista in questa breve, ma affascinante avventura.