Gli arsenali della Repubblica

Altro luogo ove si possono scorgere le vestigia della repubblica marinara di Amalfi sono gli antichi arsenali, posti sul lato sinistro della cosiddetta Porta della Marina. 

Attualmente visitando il sito, si rileva la presenza di 10 pilastri che dividono l'arsenale in due corsie con volte a crociera.

  

Un pò di storia...

La marineria amalfitana utilizzava quale navi da guerra "le sagene", imbarcazioni di origine araba, particolarmente agili e veloci, così come le "galee", di epoca successiva, composte da due alberi e due vele e dotate di remi con numero variabile da  108 a 120.  
Delle navi commerciali viene  documentata l'utilizzazione da parte degli amalfitani delle "teridi", del "buctio" e della "cocca".
Sin dal IX secolo Amalfi, con le sue navi, era conosciuta nel Mediterraneo tant'é che nel 849, una flotta composta anche da navi amalfitane difesero, nella battaglia di Ostia, la città di Roma. L'episodio storico è ricordato nelle Stanze Vaticane  da un affresco di Raffaello Sanzio, fatto eseguire da Papa Leone X, già arcivescovo di Amalfi.

Antichi Arsenali

E' quanto rimane della  struttura originaria datata XI secolo che dovevano raggiungere l'attuale banchina, ma che si pensa, sia stato demolito dalla mareggiata del 1343.