TITOLO 4

DISPOSIZIONI PER L' ATTIVITA’ DELLA PESCA PROFESSIONALE

Art.24 - Zone di pesca ed utenza
Art.25 -
Attrezzi di pesca professionali
Art.26 -
Novellame
Art .27 -
Rilascio delle autorizzazioni per l’attività di pesca professionale

 

 

 

 

  

Art.24 - Zone di pesca ed utenza

 L’attività di pesca professionale è consentita nelle Zone “B” e “C”.

L’attività di pesca professionale è consentita esclusivamente alle imbarcazioni da pesca di tonnellaggio non superiore a 10 tsl o 15 GT. La pesca professionale è riservata ai pescatori residenti nei comuni del Consorzio di Gestione e nel Comune di Meta, nonché alle cooperative di pescatori, costituite ai sensi della Legge n. 250 del 13 marzo 1958, aventi sede legale nei comuni innanzi richiamati alla data del 12 dicembre 1997 nonché ai soci delle cooperative medesime alla data del 12 dicembre 1997. I pescatori residenti, soci di cooperative non avente sede legale nei Comuni del Consorzio e nel Comune di Meta, sono equiparati ai pescatori residenti.

 

 

Art.25 - Attrezzi di pesca professionali

 

 

La pesca professionale é consentita esclusivamente con i seguenti attrezzi:

 

Attrezzi da posta:

- imbrocco, tramaglio, nassa, rete da posta fissa;

 

Ferrettara:

- piccola derivante, menaide, alalungara, palamitara, allacciara, bogara, sgomberara, occhiatara .

Palangari:

- palangaro fisso e derivante;

 Lenze:

- lenza a mano, a canna e trainata;

 Arpione:

- asta, specchio e rastrello per ricci; arpione, fiocina.

 L’ancoraggio sia degli attrezzi da pesca che delle imbarcazioni da pesca è intesa come attività di pesca e quindi consentita nelle zone B e C.

 

Art.26 - Novellame

 

E’ vietata la cattura del novellame come definito dal Regolamento per l’esecuzione della Legge n. 963 del 14 luglio 1965, concernente la disciplina della pesca marittima e successive modificazioni ed integrazioni.

 

Art.27 - Rilascio delle autorizzazioni per l’attività di pesca professionale

Il rilascio di autorizzazione per l’attività di pesca professionale è subordinato alla presentazione di istanza in bollo con allegati:

 a) per le società, le cooperative, i consorzi e le altre strutture associative:

1)     dichiarazione del legale rappresentante attestante la conoscenza della normativa in materia, riportante il numero di iscrizione al Registro Imprese Pesca nonché l’elenco delle matricole delle imbarcazioni da pesca con relativi attrezzi di cui all’Art.25 del presente disciplinare e la liberatoria al trattamento dei dati personali ai sensi della Legge n.675/1996;

2)     estratto storico dell’elenco soci;

3)     copia di un documento di riconoscimento del rappresentante legale;

4)     dichiarazione di assunzione delle responsabilità.

 b) per pescatori autonomi titolari di imbarcazione:

1)     dichiarazione del titolare dell’impresa attestante la conoscenza della normativa in materia, riportante il numero di iscrizione al Registro Imprese Pesca nonché la matricola dell’imbarcazione da pesca con relativi attrezzi di cui all’Art.25 del presente Disciplinare e la liberatoria al trattamento dei dati ai sensi della Legge n.675/1996;

2)     copia di un documento di riconoscimento del titolare dell’imbarcazione;

3)     dichiarazione di assunzione delle responsabilità.

 c) per pescatori residenti in uno dei Comuni facenti parte del Consorzio ed in quello di Meta alla data del 12/12/1997 e che risultano iscritti a cooperative o altre strutture associate non aventi sede legale in uno dei Comuni del Consorzio o nel Comune di Meta :

1)     dichiarazione del pescatore socio dell’impresa attestante la conoscenza della normativa in materia, riportante il numero di iscrizione al Registro Imprese Pesca nonché la matricola dell’imbarcazione da pesca con relativi attrezzi di cui all’Art.25 del presente disciplinare su cui è imbarcato e la liberatoria al trattamento dei dati personali ai sensi della Legge n.675/1996;

2)     copia di un documento di riconoscimento del titolare dell’imbarcazione;

3)     copia del ruolino di equipaggio dell’imbarcazione su cui è imbarcato;

4)     dichiarazione di assunzione delle responsabilità.

 La variazione alla struttura imprenditoriale del richiedente va comunicata all’Ente Gestore entro il termine di giorni quindici pena la decadenza dell’autorizzazione.

Le autorizzazioni devono essere custodite a bordo ed esibite agli organi di controllo.